Domande e risposte

Domande e risposte

Cosa l´ha spinta a farlo? Perché lo fa?
Ho avuto un´infanzia difficile. Mio padre è morto molto giovane, a 36 anni, ha avuto un incidente con la macchina e ha reso orfani dietro 3 bambini, di 3, 4 e 5 anni. Inoltre, una montagna enorme di debiti è gravata sulle spalle della mia mamma. Ce l´abbiamo fatta solo con l'aiuto di molte persone care che ci hanno aiutato. Mi sono sempre sentita dentro il desiderio di voler dare qualcosa a coloro che sono i più poveri tra i poveri. Perché chi da' qualcosa agli altri, riceve qualcosa in cambio. Nel 2003 ho visto un documentario sulla morte di Madre Teresa e i bambini di strada di Calcutta. Profondamente commossa, ho capito che dovevo andare. Dopo solo 3 settimane ero sola nell´inferno di Calcutta.

La potrei accompagnare una volta? Anch´io vorrei andare una volta a Calcutta
Io giro sempre da sola, anche perché sono lí per lavorare duramente e questo richie-de molta energia. Non è sicuramente una vacanza. Non si puó descrivere ció a cui va incontro chi parte, inoltre ognuno ha percezioni diverse. Non è neanche facile sopportare la miseria con cui si viene a contatto quotidianamente e che ti sconvolge emotivamente.

A chi mi potrei rivolgere se anch'io volessi andare una volta in India?
Sarei felice di aiutarla. Localmente e sul posto ognungo deve gestirsi personalmente e in autonomia.

Posso fare un gemellaggio con l´ assocciazione dei medici dell´Alto Adige per il mondo?
No, l´associazione non organizza gemellaggi. A Bolzano la sede organizzativa dell´associazione è la responsabile per l'aiuto ai bambini del terzo mondo.

È sicuro al 100 % che il mio contributo arrivi a destinazione?
La nostra organizzazione è fortemente incentrata su una gestione a basso costo. Giá da molti anni abbiamo il sigillo di approvazione “donare Safe". La sua generosa e graditissima donazione sicuramente al 100% arrivera là dove deve arrivare ai più poveri tra i poveri.